Enithal

Enithal sito

“Era bruna, dalle curve prosperose e… armata di un martello.” (I Cinque Re, capitolo 6)

Un esordio di poche parole quello di Enithal, la Custode del Tempo.

Figlia del fabbro di un piccolo villaggio, la ragazza ha il dono/maledizione di una grande bellezza, che l’ha portata ad essere promessa ad un facoltoso sconosciuto.

Determinata a fuggire dalla gabbia di convenzioni in cui è relegata e a forgiare da sé il proprio destino, Enithal ha colto al balzo l’occasione quando una Fenice-spirito benigno dai molti poteri- l’ha scelta per diventare uno dei quattro Custodi, giovani a cui ha donato una parte delle sue abilità per recarsi nella capitale nemica e riunire le metà del Numansirian, antico corno magico, il cui suono è l’unica forza in grado di evocare un esercito invincibile.

Fuggita di casa dopo il rifiuto del padre di lasciarla andare con gli altri Custodi, Enithal ha acquisito l’abilità di manipolare il Tempo.

Può dunque rallentarlo o fermarlo per sfuggire ai nemici, accelerarlo per invecchiare loro o le loro armi, vedere eventi passati e futuri.

La sua unica debolezza è l’ingenuità che, malgrado tenti di combattere per evolversi come donna, costituisce l’eredità della sua educazione.

Il viaggio verso la capitale nemica è per lei un momento di crescita e di affermazione della propria identità, non privo di contraddizioni ed inciampi che la portano ogni volta a divenire più matura e consapevole.